Informazioni tecniche

Autorizzazioni e norme

Al fine di garantire la compatibilità dei prodotti, nonché per garantire la nostra qualità tramite metodi di controllo standardizzati, e quindi per ottimizzare anche l'intesa in tutti i settori aziendali, quali ricerca, sviluppo e produzione, la emtechnik si attiene a principi di base riconosciuti a livello internazionale.

Icon Totvolumenfrei

Assenza di volume morto

La chiusura conica della filettatura, realizzata senza saldature sia per la filettatura femmina che per la filettatura maschio del raccordo o della valvola a sfera, garantisce una connessione totalmente privo di volume morto. In questo modo vengono esclusi spiacevoli fenomeni quali l'annidamento di batteri, la cristallizzazione del fluidi o la sedimentazione di particelle di sporco.

Salva lo standard PDF
Icon Hochtemperaturgeeignet

Adatto alle alte temperature

Le nostre svariate tipologie di connessione rappresentano la soluzione ideale quando si deve operare con fluidi aggressivi a temperature molto elevate. Le eccellenti proprietà chimiche, l'elevata sicurezza operativa e gli speciali principi di connessione soddisfano appieno tutti i requisiti necessari per lavorare con fluidi ad alta temperatura.

Salva lo standard PDF
Icon RoHS

RoHS

Le materie prime utilizzate dalla emtechnik corrispondono alla direttiva RoHS 2002/95/CE, direttiva RoHS 2011/65/UE e direttiva RoHS 2015/863/UE. Questo significa che tali materiali non contengono piombo, cadmio, cromo VI e mercurio, né i ritardanti di fiamma PBB o PDBE, nonché i plastificanti DEHP, BBP, DBP o DIBP; tali sostanze non vengono aggiunte nemmeno durante il ciclo di produzione complessivo.

Salva lo standard PDF
Icon high purity

High Purity

La emtechnik dispone dal 1997 di una camera bianca secondo la normativa DIN EN ISO 14644-1 classe 5 (dal 2018 anche classe 7), che permette la pulizia e il montaggio dei nostri prodotti in un'atmosfera sterile e priva di contaminazioni.

Tutti i prodotti per i quali garantiamo uno standard High Purity passano, nella nostra azienda, attraverso un processo produttivo accuratamente controllato: Per essere preparati alla lavorazione successiva in ambiente pulito (camera bianca), i nostri prodotti fabbricati con stampaggio a iniezione o lavorazione meccanica vengono sottoposti anzitutto ad una pulizia preliminare in un bagno a ultrasuoni con separatore d'olio e in un bagno distillato ionizzato. Nella camera bianca viene fatta poi una seconda pulizia con asciugatura in condizioni di vuoto. Segue quindi il montaggio finale e il controllo della qualità da parte di specialisti appositamente formati.

Per garantire un trasporto sicuro, tutti i prodotti provenienti dalla camera bianca vengono inseriti in un imballaggio speciale, realizzato con doppia saldatura e riempito con azoto classe 5.0.

Salva lo standard PDF
Icon USP Class VI

USP Class VI

I materiali contrassegnati sono disponibili, su richiesta, con le autorizzazioni secondo le direttive regolamento USP classe VI (autorizzazione farmaceutica). La U.S. Pharmacopeial Convention (USP) è un'organizzazione non commerciale, che elabora degli standard specifici per la qualità dei farmaci e di altri prodotti medicinali. Tali standard comprendono test sulla reattività biologica di elastomeri, materie plastiche e polimeri che entrano a contatto diretto o indiretto con il paziente. Gli standard si suddividono in sei classi: la classe VI comprende i test più approfonditi e severi, ed è quella che viene ampiamente utilizzata ed accettata nel settore dei prodotti medicinali e farmaceutici.

Salva lo standard PDF
Icon Steril

Sterile

Il PVDF e il PFA sono idonei alla sterilizzazione mediante vapore bollente - il trattamento imprescindibile per garantire l'assoluta assenza di germi. Il PVDF può essere tranquillamente sottoposto a trattamenti in autoclave a 134 °C, oppure può essere sterilizzato mediante raggi γ, mantenendo comunque completamente inalterate tutte le sue proprietà meccaniche (dose massima 25 - 50 kGy). In un range di temperatura <150°C il PVDF non è tossico e non consente la crescita di microrganismi. La superficie del PVDF presenta un comportamento simile a quello del vetro.

Salva lo standard PDF
Icon Lebensmittelgeeignet

Idoneo agli alimenti

La definizione "idoneo al contatto con gli alimenti" riassume quei materiali che rispondono alle disposizioni della FDA e/o ai regolamenti europei CE 1935/2004.

Molti dei nostri materiali sono disponibili con le autorizzazioni che ne attestano la rispondenza alle disposizioni relative ai generi alimentari conformemente alla legislazione CE e FDA (U.S. Food and Drug Administration). La FDA è l'ente ufficiale per il controllo degli alimenti, nonché autorità per l'abilitazione dei farmaci degli Stati Uniti d'America. L'ente controlla la sicurezza e l'efficacia di farmaci veterinari, dei medicinali destinati all'uomo, dei prodotti biologici, di prodotti medici, di generi alimentari e degli apparecchi che emettono raggi di vario genere. Questo vale sia per i prodotti fabbricati negli USA, che per i prodotti importati.

Il regolamento CE 1935/2004 pone disposizioni unitarie relativamente ai materiali di imballaggio e oggetti che vengono direttamente o indirettamente a contatto con gli alimenti. E' volta a proteggere la salute dell'uomo e gli interessi dei consumatori, nonché a garantire che i prodotti utilizzati possano essere venduti in tutta l'area europea.

Salva lo standard PDF
Icon Elektrisch Leitfähig

Conducibilità elettrica

Per impedire il verificarsi di cariche di elettricità statica, le materie plastiche ad alte prestazioni PP, PVDF e PTFE sono dotate di particelle con proprietà di conduzione elettrica, e presentano quindi una resistenza della superficie estremamente ridotta, pari a <10³ Ω o <10² Ω. Per tutti quei fluidi che reagiscono all'esposizione ai raggi UV, è della massima importanza che i materiali siano completamente tinti di nero e non lascino passare gli UV. Il PVDF-EL e il PTFE-EL presentano inoltre un'elevata resistenza ai raggi UV. In questo modo i nostri prodotti realizzati in questi speciali materiali sono in grado di offrire la massima sicurezza e conquistano anche per la loro eccellente resistenza chimica.

Salva lo standard PDF
ADI-free

ADI Free

Al fine di evitare, durante il processo di produzione, qualsiasi eventuale contaminazione con componenti di origine animale, come ad es. agenti patogeni della BSE, la emtechnik propone prodotti realizzati in materie plastiche classificate come ADI-free.

Salva lo standard PDF
Icon Beständigkeit gegenüber aggressiven Medien

Resistenza ai fluidi aggressivi

Durante il loro utilizzo, le materie plastiche possono entrare in contatto con svariati liquidi e con le sostanze chimiche più svariate. I prodotti emtechnik garantiscono una resistenza a lungo termine in molti campi di impiego per quanto riguarda i fluidi aggressivi, e si dimostrano inoltre particolarmente resistenti anche se impiegati in ambienti aggressivi.

Salva lo standard PDF

Norme citate (estratto)

DIN 13 Filettature metriche ISO
DIN 168 Filettatura tonda GL
DIN 2401 Indicazioni relative alla pressione e alla temperatura
DIN EN 12266 Condizioni tecniche di fornitura per raccorderia
DIN 32676, ISO 2852, BS 4825 Dimensione, diametro e morsetti di chiusura per raccordi Tri-Clamp
DIN 3852 Collare di tenuta e scanalatura per filettature maschio e filettature femmina
DIN 19213 Misure di connessione per dispositivi di misurazione della pressione differenziale
DIN EN 1092, DIN 2527, ANSI B16.5 Misure di connessione flangia
DIN EN ISO 80369-7 Connettori per applicazioni mediche
DIN ISO 228 Filettature cilindriche di tubi
DIN ISO 2768 Tolleranze generiche
EN 837 Bussole di connessione per convertitori di misura a pressione
EN 10204 Tipi di certificazioni
ISO 10931 Sistemi di tubi in plastica PVDF
ANSI/ASME 1.20.1 Filettature NPT

Certificati

ATEX

La sigla ATEX sta per "ATmosphère EXplosible", ovvero "atmosfera a rischio di esplosione" ed indica, in breve, la direttiva europea 2014/34/UE. Fa riferimento alla messa in commercio di dispositivi, componenti e sistemi di protezione elettrici e meccanici con protezione anti-esplosione. E' in vigore dal 1 luglio 2003 per tutti i nuovi apparecchi e dispositivi di protezione.

Le potenziali fonti di innesco derivano dal funzionamento in proprio o da influssi esterni. Entrambe le cause sono escluse con l'utilizzo della raccorderia di emtechnik.

Direttiva 97/23 CE, Ordinamento relativo alle attrezzature a pressione

I nostri prodotti, quali valvole, valvole a sfera, flussimetri e raccordi speciali rientrano, per via della classe di fluido, della pressione, dei diametri nominali e dei volumi, nel diagramma 8 della DGRL (direttiva tedesca sugli apparecchi a pressione). Nel campo dell'articolo 4 paragrafo 3.

Compatibilità con il sottovuoto dei prodotti

Con test ad elio per la verifica delle perdite, il prodotto sottoposto al controllo viene messo sottovuoto e alimentato con dell'elio. Poiché l'elio possiede una dimensione molecolare molto ridotta, questo riesce a passare anche attraverso le più piccole perdite e può essere rilevato molto rapidamente.